Tra creatività e regole da rispettare: così si possono definire gli impianti sportivi, soprattutto se si vuole che essi siano omologati e aperti al pubblico.

 

Attenzione alle norme del Coni

Ovviamente nella realizzazione di un impianto sportivo bisogna rispettare le norme urbanistiche, tecniche, di sicurezza che regolano qualsiasi tipo di costruzione edile. Trattandosi di impianti sportivi a queste si aggiungono anche le norme specifiche stabilite dal Coni e dalle Federazioni sportive. Gli impianti sportivi, per qualsiasi insieme di discipline sportive siano pensati, devono rispondere a specifici criteri e prevedere determinati servizi per poter essere omologati. Basti pensare, banalmente, alla dimensione dei campi da gara affinché essi siano considerati regolari.

 

Libertà di personalizzazione

Pur nel rispetto di tutto l’insieme di norme appena visto, nulla vieta di personalizzare lo stesso impianto secondo le proprie esigenze e gusto personale. Anzi sarà proprio la personalizzazione a differenziarlo da tutti gli altri impianti e a renderlo più appetibile per gli sportivi che lo frequenteranno.

La prima scelta riguarda il tipo di offerta sportiva da offrire: limitarsi a un unico sport o proporne diversi? Optare per sport popolari, come il calcio, o preferire sport più di nicchia? Da valutare anche l’opportunità di limitare l’offerta soltanto allo sport o affiancare a questo anche una spa, dove potersi rigenerare dopo la fatica dell’allenamento. E ancora si può personalizzare l’impianto sportivo dandogli uno stile che lo caratterizzi.

Qualsiasi sia l’impianto sportivo che hai in mente per la sua realizzazione puoi rivolgerti a Ediltecnica Costruzioni di Scarpino Antonio, che ha sede a Lamezia Terme (CZ) in via Malvasia 1. Ti affiancheremo in ogni fase (dallo studio alla costruzione, dall’installazione alla manutenzione) sempre con la massima attenzione e ricerca del migliore risultato. Per informazioni puoi telefonare allo 0968.29152 o inviare una mail a ediltecnica.sas@tiscali.it.